Vendere la casa pignorata prima dell’asta

L’amministrazione di sostegno
04/09/2019

Vendere la casa pignorata prima dell’asta

L’espropriazione immobiliare è una procedura che consente al creditore di fare espropriare i beni immobili del debitore e di far disporre la vendita forzata degli stessi al fine di recuperare la liquidità necessaria per soddisfare il creditore stesso.

La suddetta procedura tuttavia presenta degli svantaggi sia per il debitore che per il creditore e ciò può rendere più appetibile – a determinate condizioni- la vendita della casa pignorata con una trattativa privata, il cui prezzo ricavato venga devoluto in parte a copertura del debito e per la parte residua – qualora vi sia – nelle mani del debitore. 

In particolare,

  • La prosecuzione dell’esecuzione forzata comporta un incremento di spese della procedura, che inciderebbero sul conto finale e comporterebbero una riduzione della parte di prezzo residuo dall’asta giudiziaria che andrebbe restituita al debitore.
  • Con la trattativa privata il creditore avrebbe la certezza di essere soddisfatto in tempi più celeri rispetto a quelli della procedura esecutiva e avrebbe altresì certezza della somma che incassa. Infatti non è assolutamente detto che l’immobile venga venduto alla prima asta; al contrario accade di frequente che la prima asta vada deserta e che vengano disposti altri tentativi di vendita, per ognuno dei quali il prezzo base del bene viene ribassato di un quarto e, dopo il quarto tentativo di vendita andato deserto, fino alla metà: ciò comporta che ad ogni tentativo di vendita le possibilità che il debito venga coperto si riducono. Ne consegue che, all’esito della procedura, il creditore non sarebbe completamente soddisfatto e dovrebbe quindi individuare altri beni del debitore da aggredire e che quest’ultimo si vedrebbe privato della casa ma non del debito.

Il debitore dunque può vendere la casa che è stata pignorata in pendenza della procedura esecutiva a patto – naturalmente – che ci sia il benestare dei creditori e che con questi si raggiunga un accordo sulla ripartizione del prezzo.